free gay videos
free porn pictures
hd porn videos
boobs
free sex videos
adult cartoons
English French German Italian Portuguese Russian Spanish
Apr
14
2012

Il manifesto cinematografico sovietico

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Il manifesto cinematografico si presenta come oggetto d’arte dalle caratteristiche particolari; trae proprio dalla complessità, che ne regola la realizzazione, forza e vigore affermando la propria indipendenza rispetto alle ordinarie espressioni artistiche, sociali, economiche ed estetiche

A prima vista il manifesto cinematografico sembra essere un oggetto banale, quasi un complemento d’arredo urbano: in realtà oltre ad arredare i muri delle città rappresenta un momento di comunicazione, non solo commerciale, ma emozionale.
Nel manifesto riconosciamo elementi provenienti dal mondo della cinematografia, dal mondo della grafica, dal mondo della creatività artistica, ma il manifesto è anche rappresentazione del momento culturale in cui viene realizzato.
Disponiamo in permanenza di opere realizzate da Anatolij Belskij, Boris Zelenskij, Jakov Ruklevskij, Michail Chazanovskij, Evgenij Grebenshikov , Vassilij Ostrovskij, Vladimir Kononov. Artisti particolarissimi dalla forte personalità individuale capaci di manifestarsi oltre il semplice “illustrare un film”, capaci di creare emozioni e sensazioni con la forza del loro essere artisti.
La storia del manifesto cinematografico sovietico trae le sue origini dagli anni immediatamente successivi alla Rivoluzione d’Ottobre.
Negli anni Venti il cinema sovietico, grazie a «La corazzata Potemkin» di Ejzenstein, raggiunge fama mondiale: in quegli anni i fratelli Stemberg, che per primi intuiscono il potenziale espressivo ed estetico del manifesto, sono le stelle assolute di quel firmamento d’artisti che porta anche il manifesto cinematografico sovietico all’attenzione del mondo. Grafici e scenografi, gli Stenberg non solo ne studiano le possibilità espressive, ma, profondamente integrati nel mondo delle avanguardie artistiche del tempo, realizzano opere in cui composizione, ritmo, forza ne dichiarano apertamente l’appartenenza al mondo dell’arte e del Costruttivismo in particolare.
Molti artisti sostenitori del Costruttivismo e provenienti da altre discipline si riunirono attorno a loro, alcuni ne divennero allievi, tra loro Boris Zelenskij, Jakov Ruklevskij, Vladimir Kononov.
La collezione è composta da studi a tempera che sono la ricerca per la costruzione del manifesto cinematografico e da tempere originali che sono l’immagine di base dalla quale è stato tratto il manifesto.

Milano - dal 03/04/2012 al 04/05/2012
L'arte nella Cinematografia Russa

CHIE ART GALLERY. Viale Premuda 27

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Pittura sovietica. Mostra a Milano

MOSTRA DI PITTURA RUSSA E SOVIETICA
Dal 12 aprile al 31 maggio 2012 al Teatro della Cooperativa di Milano
LEGGI TUTTO 

Realismo socialista a Codroipo


REALISMO SOCIALISTA
IN CECOSLOVACCHIA: 1948 - 1989

23 marzo 2012 - 8 luglio 2012

Vai al sito della Mostra
Vision a Chicago


Vision and Communism. Una mostra a Chicago
VAI AL SITO DEL MUSEO DI CHICAGO 

Building The Revolution 
Building the Revolution: Soviet Art and Architecture 1915-1935

VAI AL SITO DELLA ROYAL ACADEMY OF ARTS DI LONDR
Asta Dorotheum

Ilya Kabakov, "All'università" 1972, 2002
prezzo realizzato € 754.800

Asta di arte contemporanea da Dorotheum
Guarda il catalogo
Rodčenko a Roma

Mostra organizzata da Moskow House of Photography Museum. A cura di Olga Sviblova. 11 ottobre 2011 - 8 gennaio 2012. Roma, Palazzo delle Esposizioni
L'Avanguardia russa del XX secolo rappresenta un fenomeno unico non solo nell'ambito della cultura russa, ma in quello della cultura universale. La straordinaria energia creativa prodotta dagli artisti di quella formidabile stagione rappresenta ancora fonte di nutrimento per la cultura artistica d'oggi.
Leggi tutto

Il mondo obliquo del ribelle Rodcenko, di Lea Mattarella - la Repubblica



Guarda la galleria delle opere 
Facebook MySpace Twitter Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed